pesche-benefici

La pesca è il frutto dell’immortalità? Proviamo a capirne il perché andando alla scoperta di tutti i benefici delle pesche, frutti dalle molteplici proprietà e dal sapore prelibato.

Pesche: le Origini tra Mito e Realtà

Per molti secoli si è pensato che il pesco provenisse dalla Persia, ma in realtà è una pianta di origine cinese.

pesche
peschi in fiore

Le origini storiche del pesco

La diffusione delle pesche in Persia (attuale Iran) è avvenuta solo all’inizio del II secolo a.C. Cristo, poco prima dell’arrivo dell’esercito romano.

In Italia, invece, questi frutti zuccherini dalle molteplici proprietà giungono nel I secolo e va al grande condottiero Alessandro Magno, il merito di aver diffuso la coltivazione dei peschi in tutto il bacino del Mediterraneo.

Nella prima metà del XVI secolo, le pesche vengono introdotte nel continente americano, conseguenza della colonizzazione spagnola in Centro America.

Nella prima metà del 1800 inoltre, si intensificano i rapporti tra Cina e USA, incentivando le importazioni dirette.

Le leggende legate alle pesche

Prima di scoprire le proprietà e i benefici delle pesche, lasciamoci trasportare in una dimensione fantastica e provvidenziale attraverso alcune leggende legate all’origine di questa pianta.

👉Una di queste leggende narra di un pescatore che aveva piantato nel suo giardino un nocciolo ritrovato nel ventre di un pesce: da esso poi si sviluppò un albero dai fiori rosei. E il suo frutto venne poi chiamato pesca in ricordo della sua origine marina.

👉Nella mitologia cinese, invece, si inserisce la leggenda dell’Albero di Pesco dell’Immortalità, cresciuto in un magnifico giardino nel centro della terra, sui Monti Kunlun. In questo luogo magico sorgeva il palazzo costruito tutto in giada della Regina-Madre dell’Occidente, Hsi Wang Mu.

monti-kunlun
Monti Kunlun
– Pubblicità –

Benefici delle Pesche: Varietà e Criteri di Classificazione

La prima proprietà di cui si può vantare la pesca è di essere, assieme all’albicocca, uno dei frutti dell’estate più apprezzati per favorire un’abbronzatura sana.

abbronzatura

Grazie all’alto contenuto di Vitamina A e di betacarotene, protegge la pelle dall’invecchiamento cutaneo e dall’eccessiva esposizione al sole.

Le Pesche in 5 gruppi

Le varietà delle pesche sono in continua evoluzione, pertanto, per poter classificare le numerose specie presenti sul mercato, si utilizzano principalmente alcune caratteristiche del frutto.

In base alla tomentosità (caratteristica di un vegetale di essere coperto di tomento, cioè di peluria), al colore della buccia e della polpa, si possono suddividere questi frutti in 5 gruppi:

pesche a polpa gialla: polpa succosa, sapore dolce e pelle vellutata. Il nocciolo si stacca facilmente.

pesche a polpa bianca: buccia vellutata e profumatissima, mentre l’interno è decisamente più pallido e di consistenza filamentosa.

nettarine a polpa gialla: elevato contenuto in zuccheri, sapore dolce percepito come prevalente sull’acido, forma quasi sferica, polpa dura (non fondente) e croccante.

nettarine a polpa bianca: sapore dolce e aromatico, leggermente acidula. Forma tonda leggermente asimmetrica, buccia dal fondo giallo-verde con un rosso intenso brillante.

percoche: nocciolo ben attaccato alla polpa, usata principalmente nell’industria per i prodotti trasformati come i succhi, le pesche sciroppate e le confetture.

Il periodo di maturazione delle pesche è giugno, luglio o agosto a seconda delle varietà. Alcune pesche tardive maturano a settembre.

Le Varietà Italiane

Sono 15 le varietà italiane di pesche più conosciute e mangiate nel nostro Paese. Ecco l’elenco:

  • pesca gialla
  • pesca bianca
  • nettarina
  • percoca
  • pesca merendella
  • pesca di Verona
  • pesca Regina di Londa
  • pesca bianca di Venezia
  • pesca Iris rosso
  • pesca nel sacchetto
  • pesca di Bivona
  • pesca buco incavato
  • pesca tabbacchiera
  • pesca di Montecorona
  • pesca isontina

Benefici delle Pesche

benefici-delle-pesche

Ecco finalmente ciò che ci permetterà di capire i motivi che esaltano questo splendido frutto, tanto da considerarlo il frutto dell’immortalità.

Un frutto così squisito, dalle proprietà infinite, che dona benessere a 360°.

Rinfrescante e Dissetante

Con il 90% di acqua, la pesca è considerato un frutto altamente rinfrescante e dissetante; molto utile contro la stitichezza e i calcoli renali grazie alle sue proprietà diuretiche e leggermente lassative.

Basso Potere Calorico

Le pesche contengono poche calorie, pertanto sono un toccasana per contrastare la cellulite. Sono inoltre molto ricche di sostanze benefiche altamente nutrienti. Ecco perché vengono inserite nell’elenco degli alimenti di molte diete dimagranti.

Ricca di Sali Minerali

Sali minerali in gran quantità!!! Potassio in primis, ottimo ricostituente e tonificante, ma anche un valido aiuto per il nostro sistema nervoso e per la regolarizzazione del battito cardiaco.

Le pesche contengono inoltre fosforo, calcio, magnesio ed anche ferro, minerali che durante l’estate tendono ad essere persi in gran quantità con l’aumento naturale della sudorazione.

Utile per la Tiroide

Le pesche sono delle ottime alleate per chi ha problemi di ipotiroidismo.

Il motivo è la presenza, soprattutto nelle pesche a pasta bianca, dello iodio, un elemento che permette una maggior produzione di ormoni tiroidei, i quali accelerano il funzionamento di tutti gli apparati del nostro corpo.

Ricerche cliniche hanno evidenziato come le pesche a pasta bianca siano molto efficaci per drenare e sostenere il nostro fegato.


Consiglio di Lettura👇🏻

“Il pesto è cancerogeno. Lo zucchero bianco: per carità! Meglio quello di canna. Il glutammato fa malissimo… E gli spaghetti radioattivi? Ah no, io compro solo pane biologico, prodotti locali e di stagione. Quanta apprensione intorno alla nostra tavola. E quante bugie. Ma a chi dobbiamo credere?”

Il saggista italiano Dario Bressanini, noto anche come chimico e divulgatore scientifico, con questo libro ha saputo fare chiarezza sui pericoli della cattiva informazione. Lettura scorrevole e argomenti trattati molto interessanti. Un vero e proprio manuale di sopravvivenza relativo al settore alimentare.

CLICCA QUI per leggere tutte le recensioni!!!


Pesche e Vitamine

Vitamine in abbondanza per il frutto che simboleggia l’estate, con la sua fragranza, i suoi colori e il suo sapore inconfondibile!

Una sola pesca è in grado di soddisfare ben il 15% del fabbisogno giornaliero di Vitamina C, fondamentale per rinforzare le nostre difese immunitarie.

Al contempo, però, la Vitamina C crea una sinergia particolare che agevola l’assorbimento del ferro, prezioso minerale addetto alla produzione di emoglobina e mioglobina.

Queste proteine sono molto importanti perché permettono rispettivamente il trasporto dell’ossigeno a tutti i tessuti e il fissaggio dell’ossigeno all’interno dei muscoli.

Benefici per Ossa, Denti e Pelle

Come già anticipato all’inizio dell’articolo, le pesche contengono il precursore della vitamina A (chiamato beta-carotene).

Il betacarotene appartiene alla famiglia dei carotenoidi e svolge funzioni molto importanti per il nostro organismo:

  • purifica dagli agenti inquinanti
  • protegge l’apparato cardiovascolare
  • contrasta i danni dei radicali liberi
  • aiuta le ossa e i denti
  • antinfiammatorio e antinvecchiamento
  • favorisce una sana abbronzatura, proteggendo la pelle dai raggi solari
  • antiossidante dalle indiscusse proprietà anticancro, attivo specialmente nel prevenire quello polmonare

Ricordiamo però che il nostro organismo trasforma il betacarotene in Vitamina A solo in caso di bisogno. Un eccesso di questo carotenoide potrebbe avere qualche effetto indesiderato, come il colorito della pelle tendente al giallo-arancio.

Le pesche continuano a stupirci! Hanno anche proprietà ricostituenti e mineralizzanti, legate alla presenza delle Vitamine B, K ed E.

Benefici delle Pesche anche per i Diabetici?

Sono diverse le fonti che trattano del problema che affligge i diabetici: il consumare alimenti ricchi di zuccheri che aumentano la glicemia nel sangue.

Le pesche, in particolare le pesche a pasta gialla, sono indubbiamente poco consigliate nella dieta di un diabetico, ma l’Organizzazione Mondiale della Sanità non le depenna totalmente.

Consiglia piuttosto di limitarne il consumo e calibrarne la quantità in funzione della propria glicemia.

Se non ci sono particolari indicazioni del proprio diabetologo, sarebbe un peccato non poter assaporare il gusto prelibato di questo frutto! Il buon senso dovrà guidare verso un consumo attento delle tipologie di frutta più zuccherine.

Non solo benefici: Curiosità sulle Pesche

✅ L’albero delle pesche è molto resistente, ma generalmente non supera gli 8 metri di altezza.

✅ I maggiori produttori a livello mondiale sono Stati Uniti, Grecia, Cina, Turchia, Italia e Spagna.

✅ Il nocciolo delle pesche racchiude il seme, ricco di una sostanza tossica, simile al cianuro. La pianta lo produce per evitare che venga mangiato dagli animali e quindi per garantirsi una discendenza.

✅ Buona digeribilità, anche se vale il consiglio di consumare la frutta lontano dai pasti per evitare fermentazioni e gonfiori.

✅ Si riscontrano reazioni allergiche alla peluria delle pesche, tanto da non poterle avvicinare, né tanto meno mangiare.

✅ Ricerche scientifiche hanno riportato l’effetto terapeutico delle pesca a pasta bianca su coloro che soffrono di cefalea; pare che grazie al drenaggio epatico e all’aumento della diuresi, riesca a decongestionare il micro-circolo cerebrale dolorante riducendo il mal di testa.

Conclusioni

E DOPO AVER VISTO TUTTE LE PROPRIETA’ DELLE PESCHE, COME POSSIAMO NON CREDERE ALLA LEGGENDA DELLA MITOLOGIA CINESE…

Probabilmente non ci renderà immortali, ma sicuramente mangiare una pesca matura ci renderà delle persone più felici e ne beneficeremo in termini di salute!!! 🤩

E visto che siamo in tema di immortalità, vi rivelo un segreto: esiste una pianta dalle proprietà a dir poco miracolose, l’Aloe Vera!!!

Se ti va di approfondire il discorso, potrebbero interessarti questi articoli:


Consiglio di lettura👇🏻

Sara soffre di mal di testa da quando è nata. Un dolore con il quale fa i conti ogni giorno della propria vita, che le assorbe le energie e filtra ogni suo contatto sociale. Con un padre violento e una madre evanescente, trova conforto per i dolori del suo corpo e quelli della sua anima in Floriana, una seducente donna legata a doppio filo alla sua famiglia: con lei scopre la passione e quella gioia di vivere che le era sempre mancata. Quando la sorte mette le due donne davanti a un bivio, Sara è costretta a rivedere le sue priorità. E a cominciare ad amarsi, a prescindere dall’abbraccio di Floriana.

Da leggere tutto d’un fiato… CLICCA QUI per leggere ora le recensioni su Amazon!


Spero che ti sia piaciuto l’articolo, se hai voglia dammi un tuo giudizio con le stelline qui sotto, grazie mille!!!👇🏻👇🏻👇🏻

Valuta l'articolo!
[Total: 1 Average: 5]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *